Teologia del gioco: il mio nuovo libro!


Perché il fenomeno ludico può essere un vero e proprio “trattato” di teologia? Cosa ha a che fare il gioco con la teologia? Apparentemente sembra esserci una distanza, se non addirittura, date certe idee, un abisso tra gioco e teologia. In realtà indagando il ludus nei suoi diversi aspetti si può agevolmente dimostrare il guadagno per la teologia dell’assunzione della “categoria” del gioco, dopo aver chiarito in cosa consista il fenomeno umano. Inoltre mettendoci sulle spalle di giganti in teologia, come Jürgen Moltmann, Hugo Rahner, Klaus Hemmerle, con loro e mai contro di loro, si può proseguire il discorso teologico. In effetti è possibile sondare l’ambito biblico, recuperare alcuni frammenti di teologia ludica sparsi in due mila anni di pensiero e, infine, mettere in luce quei motivi di estetica ludica che possono essere a fondamento di una strutturata e argomentata proposta teologica. Così facendo viene fuori un’opera dal forte carattere interdisciplinare che dà dignità ad un fenomeno umano, come il gioco, non molto indagato.

Vedi anche l'intervista su AracneTv https://www.youtube.com/watch?v=MNvrS5t-bQk&t=181s
 
Dove puoi acquistarlo online
- sul sito della casa editrice Aracne (in formato cartaceo o ebook): https://www.aracneeditrice.eu/it/pubblicazioni/teologia-del-gioco-fabio-cittadini-9791259942449.html,
- su Amazon.it,
- su Ibs.it,
- su Mondadoristore.it.

Il libro è stato segnalato e/o recensito su:
b) su Jesus di marzo 2022,




Post popolari in questo blog

I paradossi del cattolicesimo borghese (4). La mancanza di un'autorità nella Chiesa.

I paradossi del cattolicesimo borghese (3). Il peso della storia e la difficile riforma della Chiesa.

Il gioco in Gadamer.